“Ma lo Yoga, cos’è?”

Sono stati scritti migliaia di libri sullo Yoga, quindi non potrò in un solo articolo essere completamente esaustiva in merito. Ma quello che voglio fare oggi, è darti un’infarinatura generale, delle basi sullo Yoga.

Inizio con il dirti che lo yoga non è uno sport. Non è una religione. Non è una setta.

Lo yoga è una disciplina.

E’ una scienza, una filosofia di vita che viene tramandata da millenni.

Lo yoga quindi è anche storia.

Ma, cos’è nella pratica?

Yoga deriva dal sanscrito Yuj che vuol dire “unire, collegare, connettere”. Connettere in questo senso il sé individuale al sé universale, l’essere umano con l’intero universo.

Per arrivare a tanto è necessario passare da alcune “gradini”, che hanno l’obiettivo di unire prima di tutto il corpo, la mente e lo spirito. Perché, se non siamo connessi con il nostro vero io, come possiamo pensare di essere connessi con il resto dell’universo?

Nello yoga si pratica il controllo del respiro e del corpo per raggiungere una migliore consapevolezza di noi stessi come parte integrante del Tutto.

 

shiva

 

Questa filosofia risale al 5000 A.C, ma i principi dello yoga sono stati organizzati ed espressi chiaramente solo molto tempo dopo negli Yoga Sutra di Patanjali. In questo libro Patanjali ha descritto le problematiche della mente umana e gli 8 passi necessari al raggiungimento della consapevolezza, e quindi al controllo della mente.

  • Yamas : regole etiche e morali universali
  • Nyamas: virtù e comportamenti positivi
  • Asanas: posture del corpo
  • Pranayama: esercizi di controllo del respiro e del prana, ossia l’energia.
  • Prathyara: controllo dei sensi
  • Dharana: concentrazione interna
  • Dhyana: meditazione
  • Samadi: unione con Dio

Ogni passo verrà sviluppato in altri articoli, ma quello che devi sapere per iniziare è che la pratica dello yoga ti aiuta a controllare il corpo tramite le asanas, quindi le posizioni, e la mente tramite il respiro e le tecniche di pranayama.

Controllare corpo e mente vuol dire essere consapevoli, vuol dire riuscire a vivere nel momento presente.

 

E nel momento in cui la mente cessa di creare pensieri, in quei piccoli istanti in cui la mente si ferma, ecco, lì affiora il nostro spirito, il nostro essere, la nostra vera essenza, indipendentemente da condizionamenti sociali, culturali e famigliari.

E’ per questo che si dice che lo yoga porta serenità, pace e benessere.

A mio avviso oggi ci sono troppi corsi di yoga che si sono distaccati da questi principi. Lo yoga è una pratica spirituale, un cammino personale e profondo. Quello che vedo ora sono molti corsi di ginnastica, gente che per un’ora si muove in posizioni che gli yogi di una volta non si sognavano neanche.

Qui di seguito troverai i tipi di yoga che ti consiglio di seguire (che sono quelli che io pratico), perché i più tradizionali e “fedeli” al passato:

  • Hatha Yoga: è un sistema che si prefigge di avere il controllo sul corpo per avere il dominio sulla mente. Ha=Sole e Tha=Luna. Questa pratica ha lo scopo di equilibrare queste due forze contrapposte presenti nel corpo umano, attraverso le asana e il pranayama.
  • Ashtanga Yoga: nato grazie a Pattabhi Jois, è uno stile molto rigoroso focalizzato su specifiche sequenze di asana accompagnate dal principio del vinyasa: ogni movimento è associato ad un atto respiratorio.
  • Kundalini Yoga: questo tipo di yoga comprende sequenze di asana, tecniche di respirazione dinamica, canti e meditazione. Lo scopo è quello di risvegliare l’energia primordiale che si trova alla base della spina dorsale, chiamata appunto kundalini.
  • Raja Yoga: è il cosiddetto Yoga Regale, perché rappresenta il culmine della pratica spirituale. Si basa sugli ultimi 3 principi di Patanjali (concentrazione, meditazione e unione) e la meditazione viene quindi usata come strumento per arrivare alla massima consapevolezza, all’unione con Dio.

Spero di averti chiarito un po’ le idee su questo mondo immenso che è lo Yoga. Quello che devi fare ora, se sei interessato, è sperimentare e vivere lo yoga personalmente. Prova gli stili e vedi quello che più fa per te, quello che ti fa sentire meglio.

E ovviamente, se hai bisogno, scrivimi in privato!

Buona pratica 🙂

sirshasana

Namasté

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...